SOPRAVVIVERE AL CORONAVIRUS

I BUONI PROPOSITI
PER IL 2021

Aggiungiamo uno step al tuo piano annuale:
definire un piano di marketing efficace!
Hai fissato gli obiettivi che vuoi raggiungere nel 2021?

Se non lo hai ancora fatto, ti consigliamo di leggere il nostro primo articolo dei buoni propositi del 2021 (lo trovi qui): il primo step per iniziare bene è stilare il conto economico previsionale inserendo tutti i costi fissi e variabili ed anche il fatturato che vorresti raggiungere.

E in questo articolo parliamo proprio di come sviluppare la tua attività attraverso un'efficace strategia di marketing.

Ma prima di iniziare a sviluppare il nostro piano, è importante fissare un budget da dedicargli: come fare?

Normalmente le attività di marketing e comunicazione cubano tra il 5 e il 7% del fatturato. Questo investimento dovrà essere inserito nel conto economico previsionale così da conoscere quanti soldi possiamo permetterci di spendere per non rischiare di andare in perdita.

Fissare una % del fatturato dedicato al marketing e alla comunicazione è un buon metodo per non perdere di vista i costi.

Ma perché creare un piano di marketing e comunicazione?

  • prepararsi a quello che dovrà essere fatto
  • avere il controllo
  • avere una guida di riferimento

Un piano annuale ci permetterà di avere una linea guida da seguire per i mesi a venire così da conoscere la nostra meta ma, niente paura, possiamo sempre apportare delle modifiche e aggiustamenti in divenire che possono migliorarlo o per adattarsi a scenari di mercato che non avevamo considerato (il 2020 ci ha insegnato tanto!)

Consigliamo di dividere il piano annuale in trimestri così da avere un piano più tattico. La fine del trimestre ci permetterà di prenderci un momento definito per valutare i risultati raggiunti e magari rivedere gli obiettivi e le azioni dei mesi futuri.

E adesso possiamo partire dalle basi per creare un piano di marketing e comunicazione efficace!

Il piano di comunicazione e marketing si basa su tre pilastri che sono parte integrante del piano stesso che, se definiti in dettaglio, ci permetteranno, più facilmente e in maniera più efficace, di raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati:

1. Fissare gli obiettivi

Gli obietti potranno essere di diversa tipologia: economici (voglio guadagnare il 10% in più rispetto l'anno precedente) o più di comunicazione e posizionamento (raggiungere 5.000 follower su Instagram)

Ricorda sempre che gli obiettivi dovranno essere:

  • Specifici
  • Misurabili
  • Raggiungibili
  • Realistici
  • Temporizzabili
Quindi non ci concentriamo su un obiettivo troppo ambizioso, meglio qualcosa che effettivamente possiamo raggiungere così da provare grande soddisfazione una volta raggiunto.

In questa fase è meglio fissare anche i KPI's: indicatori di performance che ci permetteranno di valutare i risultati una volta concluse le attività.

I KPI's sono strettamente legati all'attività che svolgeremo: possono esserci indicatori economici come il fatturato, il margine, lo scontrino medio; oppure indicatori legati alla performance di comunicazione come il ROAS, il numero di follower e il numero di interazioni.

2. Conoscere i nostri clienti e potenziali clienti

Questo aspetto è fondamentale in quanto non possiamo comunicare bene se non conosciamo chi abbiamo di fronte, in questo caso i nostri clienti e potenziali clienti che saranno quelli che ci permetteranno di raggiungere gli obiettivi.

Chi sono, che età anno, qual è la loro professione, quali sono le loro abitudini di consumo, cosa li rende felici, cosa preferiscono mangiare o bere, e con chi? Sono queste alcune delle domande alle quali dobbiamo dare una risposta.

3. Conoscere i concorrenti e definire il nostro vantaggio competitivo
Sul mercato non siamo da soli e, che ci piaccia o no, abbiamo dei concorrenti!

Conoscere chi sono e le loro mosse, ci permetterà di capire come differenziarci da loro, cosa offriamo noi che loro non offrono?

Come diceva Sun Tzu nell'Arte della Guerra, Sun Tzu: "se conosci il nemico e te stesso, la tua vittoria è sicura".

Una volta acquisiti e definiti questi aspetti, siamo pronti per iniziare la definizione della strategia del nostro piano di marketing.

In questa fase si definiscono punti cruciali lato marketing come:

  1. Il prezzo: è il momento giusto per valutare, rispetto alla concorrenza e i costi, se i prezzi dei nostri prodotti sono in linea con il mercato e in linea con le attese dei nostri clienti
  2. La distribuzione: per il mondo dei bar, potrebbe essere interessante distribuire e vendere i nostri prodotti tramite un servizio con consegna a domicilio o migliorare il nostro servizio di take away.
  3. Le Promozioni: possiamo definire delle promozioni per un periodo particolare come una festività o per il Black Friday; oppure una promozione legata ad un programma fedeltà che ci possa anche permettere di acquisire i dati personali dei clienti con i quali rimanere in contatto in futuro.
  4. La Comunicazione: definire come e attraverso quali mezzi vogliamo è più efficace comunicare con i nostri clienti; definire gli elementi distintivi della comunicazione come identità visiva, linguaggio e tono di voce. Immagina che la tua attività sia una persona, come vorresti essere visto dagli altri? Che personalità ha? È divertente o elegante? È rassicurante o romantico? Queste sono alcune domande dalle quali partire per definire l'identità della tua attività che, poi, dovrà essere riportata in tutte le comunicazioni che farai: dai post dei social network ai volantini, dalle divise del tuo personale alle newsletter. Questo aspetto è fondamentale da seguire per essere riconosciuti dai clienti e per differenziarsi dai concorrenti (e non risultare affetti dal disturbo della personalità multipla!)


E adesso è il momento di agire!
Attuiamo la nostra strategia creando un piano di azione calendarizzando le attività da svolgere.

Per ogni attività è necessario definire tempistiche, attività di comunicazione e chi sarà responsabile di svolgerle.

Potresti essere direttamente tu l'interessato ma, se hai un free lance o un'agenzia che ti supporta per la parte di comunicazione, è il momento di condividere il tuo piano con loro così da renderli partecipi della pianificazione e degli obiettivi che vuoi raggiungere.

Ricordiamoci sempre che alla fine di ogni attività svolta o di un insieme di attività di marketing è molto importante misurare i risultati che abbiamo raggiunto. Perché?

Perché questo ci permette di non sprecare i nostri soldi ed investirli nelle sole attività che ci portano un vantaggio (economico o di immagine).

Nel nostro prossimo articolo ti forniremo tutte le informazioni su come creare un piano di comunicazione efficace!


# La comunicazione parte non dalla bocca che parla ma dall'orecchio che ascolta.
Seguici
Se vuoi rimanere sempre aggiornato sul nostro blog, inserisci la tua e-mail nel form sottostante ed iscriviti alla nostra newsletter.